Adolescenti: cinque consigli per migliorare il dialogo con i giovani

Vota questo post

adolescenti

Adolescenti: cinque consigli per migliorare il dialogo con i giovani

L’adolescenza è un periodo di grandi cambiamenti che, oltre a coinvolgere in prima persona i ragazzi, chiama in causa i genitori, i quali, possono- talvolta- trovarsi in difficoltà a rapportarsi con loro e a comprendere le loro peculiari esigenze. Anche se spesso può essere faticoso trovare un punto di contatto con un figlio adolescente che reclama la propria autonomia e indipendenza, un genitore non dovrebbe dimenticare che…

  • Il “compito” di ogni ragazzo-a è quello di crescere e diventare un adulto indipendente. E’ necessario, pertanto, aiutarli in questo processo.
  • Le decisioni rispetto alla vita del giovano possono essere prese in comune accordo. Prova a cercare un dialogo per cercare di raggiungere un risultato comune.
  • I giovani possono avere punti di vista differenti dal tuo, oppure, possono assumere comportamenti che non sei in grado di comprendere. Prova a vederla come il banco di prova del fatto che stanno imparando a vivere e a pensare autonomamente.
  • Ti senti sempre responsabile per il benessere e la sicurezza di tuo figlio. Quando raggiungono l’adolescenza , però, cominciano a prendere le proprie decisioni autonomamente. A volte compiono scelte sbagliate. A parte questioni di fondamentale importanza (salute, incolumità fisica, problemi psicologici gravi) cerca di essere di supporto e di non criticare. Essi impareranno lezioni preziose dai propri errori .
  • Durante questo periodo di costante cambiamento, sia i genitori che i giovani, hanno bisogno di prendere tempo per adattarsi a questa nuova fase. Mostra a tuo figlio amore incondizionato, facendogli capire che, in caso di gravi problemi, può comunque contare sul tuo aiuto.

Consigli generali per imparare a comunicare in maniera efficace con gli adolescenti

La cosa più importante, per evitare di creare situazioni di conflitto, è cercare di mantenere un canale di comunicazione aperto ma senza grandi imposizioni. Suggerimenti:

Lettura di approfondimento:  Bullismo femminile: cosa fare quando il bullo è donna?

1) Impara ad ascoltare di più

Con gli adolescenti è molto più opportuno passare il doppio del tempo ad ascoltare piuttosto che parlare. Prenditi del tempo da trascorrere insieme a tuo figlio. Gli adolescenti sono spesso impegnati con la scuola , gli amici ed altri interessi, ma puoi sempre trovare dei momenti adatti per conversare con loro (durante la colazione e la cena; offriti per accompagnarli nei luoghi da loro frequentati e approfittane per provare a parlare, questo amplierà le opportunità di comunicare.)

2) Concedi la giusta privacy

Gli adolescenti hanno bisogno dei loro spazi, per cui è più opportuno, ad esempio , bussare prima di entrare nella loro stanza e in generale rispettalo come faresti con un adulto.

3) Cerca di tenerti aggiornato sui loro principali interessi

Ascolta la loro musica , informati sui programmi tv che guardano. In questo modo continuerai a rivestire un ruolo attivo nella loro vita.

4) Sii un genitore amorevole

L’adolescenza è un periodo in cui i giovani spesso lottano con i vissuti che sperimentano ed il bisogno di sentirsi amati da un lato e dimostrare la loro autonomia dall’altro. In ogni caso non perdere occasione per manifestargli amore e affetto, celebra i loro successi , perdona i suoi errori, ascoltalo quando ha un problema e mostra interesse per il modo in cui pensa di risolverlo.

5) Spazio al divertimento

Trova il tempo per condividere con loro momenti di svago o comunque per parlare di argomenti piacevoli e che suscitano il sorriso . I buoni sentimenti aiutano a costruire un buon rapporto!

Come trasformare una comunicazione negativa in positiva?

  • Seleziona con cura su cosa è veramente necessario soffermarsi a discutere. Un argomento molto importante riguarda la sicurezza, ad esempio, non salire in macchina con un conducente che ha bevuto alcolici; l”lascia correre”, invece, su altre questioni meno importanti che rischierebbero di creare solo malumori.
  • Critica in maniera costruttiva, proponendo sempre dei consigli per migliorare. Riconosci e apprezza i suoi successi.
  • Cerca di essere un buon modello di comportamento, per esempio, chiedendo scusa quando sbagli.
  • Prova a concedere maggiore libertà nel momento in cui mostra un comportamento responsabile. In questo modo capirà che ogni diritto va guadagnato ma che con esso ne deriva, anche, una maggiore responsabilità.
  • Stabilisci delle regole ragionevoli.
  • Prova a “cedere terreno” sulle questioni meno importanti.
  • Fermati a riflettere prima di dire ‘no’ ad una richiesta.
Lettura di approfondimento:  Adolescenza e alimentazione: l'importanza di nutrirsi in modo sano

 

Fonte

Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano

Psicologa Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Contatta la psicologa

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


Lascia un commento