Dipendenza da internet: cadere nella rete dell’abuso

Vota questo post

dipendenza da internet

Dipendenza da internet: cadere nella rete dell’abuso

Viviamo in un mondo tecnologico, un mondo nel quale, il virtuale occupa uno spazio ben preciso all’interno della vita di ciascuno di noi. Attraverso internet e le nuove tecnologie, infatti, svolgiamo e portiamo avanti i nostri lavori, riusciamo ad accedere ad una vasta gamma di informazioni e, grazie all’ausilio dei più famosi social network, è perfino possibile costruire e creare relazioni sociali emotivamente significative.

Accanto ai numerosi vantaggi che la rete comporta, in maniera diametralmente opposta, sono ormai numerosi i casi di persone che presentano una vera e propria dipendenza da internet (internet addiction).

 

Dipendenza da internet: perché?

dipendenza da internetMolti studi dimostrano che le persone che hanno a che fare con internet e il mondo virtuale sono portate a sperimentare le medesime emozioni e le stesse modalità di reazione cognitivo-comportamentale, che proverebbero nella realtà “concreta”; ciò significa che le esperienze che il soggetto fa all’interno del virtuale sono in grado di esercitare delle conseguenze ben precise e di andare a modificare concretamente la vita reale del soggetto, in tutti i suoi aspetti.

Acquistare un prodotto on line, per esempio, oltre a comportare un reale investimento economico, permette alla persona di accedere ad un oggetto che potrà, in seguito, esibire nel contesto sociale in cui vive o, ancora, quando una persona, vince giocando in borsa su internet, sperimenta un elevato livello di soddisfazione  per aver raggiunto l’obiettivo prefissato. Nel momento in cui, comportamenti come quelli descritti, finiscono col diventare invasivi e provocano disagio in più aspetti della vita della persona (familiare, economica, sociale, lavorativa), possiamo parlare di dipendenza da internet o internet addiction.

Lettura di approfondimento:  Shopping compulsivo: come gestirlo?

A definire per primo il costrutto di dipendenza da internet fu, nel 1995, Ivan Goldberg, il quale individuò i seguenti criteri:

Erroneo uso di internet che causa disagio clinicamente significativi, manifestati da tre o più dei seguenti sintomi comparsi in uno stesso periodo nell’arco di 12 mesi:

  • Tolleranza, definita dai seguenti sintomi:
  1. Incremento sostanziale delle ore trascorse su internet al fine di ottenere soddisfazione
  2. Riduzione significativa degli effetti derivanti dall’utilizzo costante delle medesime ore di tempo trascorso su internet.
  • Astinenza, definita dai seguenti sintomi:
  1. Sindrome di astinenza: cessazione o diminuzione dell’utilizzo di internet e subito dopo tale cessazione, in un arco di tempo da diversi giorni a un mese, due o più dei seguenti sintomi:

a) Agitazione psicomotoria

b) Ansia

c) Pensieri ossessivi focalizzati su cosa sta succedendo su internet

d) Movimento volontari o involontari di typing con le dita

e) Uso di servizi o di internet intrapresi per alleviare l’astinenza

Questi sintomi provocano disagio clinicamente significativo nel funzionamento sociale, lavorativo e familiare.

  • Accesso a internet sempre più frequente o per periodi sempre più prolungati rispetto alle intenzioni iniziali

Dipendenza da internet: cosa tenta di fare la persona?

Chi è dipendente da internet, non sempre mostra una totale mancanza di consapevolezza rispetto al suo problema e di fronte al suo desiderio impellente di navigare on line, può mettere in atto tutta una serie di comportamenti finalizzati ad evitare di cedere alla tentazione. L’evitamento stesso o il tentativo di tenere sotto controllo l’utilizzo di internet, paradossalmente, finisce col rendere ancora più forte e impellente il desiderio di navigare e conduce la persona a cedervi senza controllo.

Dipendenza da internet: quali conseguenze?

conseguenze dipendenza da internetLe conseguenze della dipendenza da internet si manifestano in diverse aree della vita della persona:

Lettura di approfondimento:  Work addiction: come si diventa dipendenti da lavoro?

Area della salute fisica: trascorrere ore davanti al computer provoca dolori quali mal di schiena, occhi affaticati, mal di testa, disturbi del sonno ecc…

Area familiare e sociale: chi soffre di internet addiction finisce col trascurare gli affetti familiari, dal momento che tutto il tempo che la persona possiede viene dedicato ad attività connesse ad internet; non a caso, questo tipo di dipendenza, è spesso causa di conflitti in famiglia e separazioni.

Area lavorativa: le conseguenza provocate a livello fisico, producono effetti negativi nella capacità di concentrazione e attenzione, pertanto, attività come il lavoro e gli impegni scolastici, subiscono un netto calo.

Area finanziaria: numerose attività svolta on line implicano l’utilizzo di denaro. Numerosi, infatti, sono i casi di persone colpite da internet addiction, che dilapidano il patrimonio, indebitandosi continuamente.

Tra le varie tipologie di dipendenza è possibile individuare:

  • Shopping compulsivo on line
  • Chat mania
  • Gioco d’azzardo
  • Cybersesso dipendenza
  • Trading on line
  • Information overloading addiction

Bibliografia

  • G. Nardone, F. Cagnoni, Perversioni in rete, Ponte delle Grazie, 2002

Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano

Psicologa Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Contatta la psicologa

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


Lascia un commento