Paura del fallimento: quali sono i virus che la alimentano?

Paura del fallimento: quali sono i virus che la alimentano?

36197498 - frustrated young business man working on laptop computer at office

Paura del fallimento: quali sono i virus che la alimentano?
3.3 (65%) 4 votes

paura del fallimento

36197498 – frustrated young business man working on laptop computer at office

La paura è una delle forze più potenti nella vita. Influisce sulle decisioni che prendi, sulle azioni che compi e sui risultati che raggiungi. Chi sei e cosa fai è e sarà stato, ad un certo punto della tua vita, influenzato dalla paura. Mentre il ruolo principale della paura è quello di proteggerti, spesso, diventa  un ostacolo che si frappone tra te e i tuoi obiettivi .

Paura: un nome…tanti volti

La paura patologica, può presentarsi sotto diverse forme. Alcune paure sono molto specifiche ed in questo caso si parla di monofobia (ad esempio la paura dei ragni-aracnofobia-, degli insetti ecc…), altre paure, sono più generali, come la  paura di provare cose nuove o ancora di parlare in pubblico.

Tra questi diversi tipi di paura, ne esiste una che può avere un impatto diretto sul raggiungimento dei tuoi obiettivi e sul successo professionale e non solo: la paura del fallimento.

Paura del fallimento: cosa è

La paura del fallimento può essere definita una reazione emotiva, cognitiva e comportamentale alle potenziali conseguenze negative che la persona prevede si possano verificare, per il mancato raggiungimento di un obiettivo. È l’intensa preoccupazione, fatta di pensieri negativi, associata a difficoltà nel prendere decisioni o intraprendere azioni potenzialmente rischiose, nell’esatto momento in cui la persona immagina tutte le cose orribili che potrebbero accadere nel caso in cui non venga raggiunto l’obiettivo prefissato.

Paura del fallimento: quali conseguenze?

La paura di fallire può causare molteplici conseguenze. La letteratura psicologica delinea un vasto elenco di problemi relativi all’atychifobia (paura del fallimento).

A breve termine, la paura di fallire influenza tutti i tipi di obiettivi che la persona persegue, le strategie che usa per raggiungerli e i criteri utilizzati per capire se si sta andando nella giusta direzione.

Lettura di approfondimento:  Pensieri ossessivi: come uscire dal circolo vizioso delle ossessioni?

Quando si scelgono gli obiettivi da perseguire, le persone con una dose maggiore di paura di fallire tendono a concentrare i propri sforzi più sulla prevenzione delle perdite che sul raggiungimento dei guadagni.

Ad esempio, possono scegliere di lavorare fuori orario perché non vogliono essere percepiti come fannulloni dai loro manager e quindi rischiare di essere licenziati, invece di fare gli straordinari per finire un nuovo progetto che sperano abbia un enorme impatto sulla loro carriera. Inoltre, tendono ad evitare situazioni in cui si aspettano che saranno valutati e giudicati. Possono fissare di proposito standard inferiori per se stessi, anche se sanno di poter fare di meglio. Inoltre, le persone che temono il fallimento creano intenzionalmente degli ostacoli, un processo chiamato auto-sabotaggio, in modo che- di fronte al fallimento- possano in seguito incolpare gli ostacoli, piuttosto che assumersi in toto la responsabilità del rischio. Ad esempio, possono programmare la chiamata di una vendita importante a ora di pranzo, quando il cliente non risponde.

A lungo termine, la paura del fallimento potrebbe causare problemi ancora più grandi che influenzano la salute fisica e mentale di una persona. Le persone che hanno paura di fallire sperimentano spesso un profondo senso di affaticamento e apatia, si sentono emotivamente prosciugate, sono più insoddisfatte delle loro vite, sperimentano preoccupazione cronica e disperazione e le loro prestazioni diventano oggettivamente peggiori.

Paura del fallimento: un concetto multiforme

Mentre parliamo, spesso, della paura di fallire come concetto unitario, i ricercatori  affermano, invece, che è un concetto multidimensionale. Ci sono diversi tipi di conseguenze che temiamo di dover subire, la paura di fallire prende il sopravvento. Ciò significa che ogni volta che sperimentiamo la paura di fallire, potrebbe essere per una ragione diversa e in base a tale ragione, reagiremo e affronteremo la nostra paura in modo diverso.

Lettura di approfondimento:  Paura di amare: 6 paure sottostanti che la alimentano

Quali sono le conseguenze del fallimento che ci spaventano al punto tale da impedirci di provare?

  1. Fallire è imbarazzante

Nessuno è orgoglioso di fallire. Le persone non si congratulano l’un con l’altra di fronte agli insuccessi, per non aver conseguito la laurea o non aver fatto carriera. In effetti, se c’è una sensazione che il fallimento non causa mai, è l’ orgoglio. Al contrario, può generare vergogna. Fallire è imbarazzante. Cosa penserà la gente? Come posso dire che non sono stato in grado di ottenere la promozione, scrivere il libro o superare l’esame di licenza? Penseranno che non sto provando abbastanza o che non sono destinato a realizzare grandi cose? Si sentiranno dispiaciuti per me? Quando nella tua testa prendono spazio questi pensieri, la paura del fallimento si intensifica e ti impedisce di agire.

  1. Fallire significa che non valgo abbastanza

Il successo, per molte persone, è intrecciato con il loro senso di autostima . Il successo, e di conseguenza il fallimento, è una misura di ciò che sono. Pertanto, interpretano il fallimento come prova del fatto che non sono intelligenti, esperti o abbastanza talentuosi da riuscire. Quindi, la persona può scegliere di non agire e stoppare ogni possibilità di crescita.

  1. Fallimento significa che sono bloccato

La ragione per cui abbiamo così ardentemente – e a volte disperatamente – fissato degli obiettivi è che rappresenta un ottimo modo per controllare il nostro futuro. Successo significa che puoi modellare il tuo futuro nel modo che preferisci. Ma il fallimento rende incerto il futuro. Cosa succederà se fallisco? Cosa farò se i miei piani non si realizzano? Come gestirò le perdite? Creerò mai la vita che voglio? La paura di un futuro incerto può essere abbastanza potente da tenerti bloccato.

  1. Fallire significa essere una persona di poco conto

Data l’ossessione della società per il successo e per le persone di successo, c’è una paura implicita che il fallimento possa rappresentare un “suicidio sociale” . Fallire significa che le persone perderanno interesse per te e alla fine si dimenticheranno di te. Se non vedono un vincitore in te, potrebbero non essere più disposti ad aiutarti o a lavorare con te. Ti preoccupi che fallire significhi perdere l’opportunità di aumentare la tua influenza sociale e di essere ricercato.

  1. Fallire significa deludere e perdere la stima di parenti e amici
Lettura di approfondimento:  Paura di decidere: quando scegliere si trasforma in sofferenza

Un’altra conseguenza del fallimento è l’impatto che si immagina possa avere la mancanza di successo, sugli altri. Presumi che non riuscire a raggiungere il tuo obiettivo porterà molte persone importanti nella tua vita, come la tua famiglia, i tuoi amici o i tuoi datori di lavoro, ad allontanarsi perchè delusi. Le persone che contano per te criticheranno le tue mancanze e perderanno fiducia in te.

La paura del fallimento ti tiene al sicuro, ma in un posto “piccolo”. Non ti permette di provare cose nuove, di affrontare nuove sfide o di esporti a nuove situazioni.

Quale conseguenza, tra quelle descritte, alimentano la tua paura di fallire?

Leggi il mio articolo: paura di fallire, pratici consigli per gestirla e superarla  ,per trovare semplici spunti per iniziare a smantellare questa paura e per iniziare a raggiungere le tue mete.

Fonte

Commenti Facebook

Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano

Psicologa Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Latest posts by Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano (see all)


Contatta la psicologa

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano
Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Comments are closed.