Lasciar andare per ritrovare il benessere psico-fisico

Lasciar andare per ritrovare il benessere

Lasciar andare per ritrovare il benessere
2.4 (48%) 5 votes

lasciar andare

Tempo fa ho letto una storia zen che mi ha colpito particolarmente e che mi permette di introdurti un concetto a me molto caro e che sto iniziando a coltivare grazie ad un approccio mindfulness.

“Due monaci zen, mentre stanno camminando per la campagna, incontrano una ragazza in lacrime. Le chiedono il motivo del suo pianto e quella risponde che per tornare a casa deve attraversare il fiume, ma dal mattino si è un po’ ingrossato e lei ha paura.

Allora uno dei due, che è grande e grosso, le dice: “Non ti preoccupare, ora ti prendo sulle spalle e ti porto io sull’altra sponda”.

Così avviene, il monaco torna indietro e insieme all’altro prosegue il cammino.

Due ore dopo uno dei due monaci dice all’altro: “Senti, ma ti rendi conto che hai commesso un peccato?”

“Perché?” chiede l’altro.

“Perché noi abbiamo fatto voto di non toccare mai alcuna donna e tu ne hai appena presa una sulle spalle e le hai fatto attraversare il fiume.”

“Ah, quella donna, dici? Ma vedi, io quella donna me la sono lasciata dietro due ore fa, mi sembra di capire invece che tu la stai ancora portando con te.”

Piccola storia Zen

In questa piccola storiella Zen, è racchiuso un grande ed importante messaggio, che può esserti d’aiuto se stai attraversando un momento della tua vita molto difficile o se, a causa di un passato che non riesci a dimenticare, ti trovi a vivere male il tuo presente.

Quante volte ti capita di rimuginare su un evento passato che ti ha fatto soffrire o arrabbiare terribilmente, o più banalmente, di tenere il broncio al tuo partner per giorni, dopo una discussione? Eppure lasciar andare tutto questo bagaglio di vissuti negativi e pesanti, sarebbe la soluzione migliore per sentirsi meglio…

Lasciar andare per ritrovare il benessere

Jon Kabat Zinn, l’ideatore del primo protocollo mindfulness,  parla della capacità di saper lasciar andare, riferendosi ad un’accettazione aperta, rilassata, non giudicante delle cose. Lasciar andare, rappresenta un cercare  di ‘stare con’ le cose, esattamente così come sono.

Lettura di approfondimento:  Facebook e autostima: consigli per evitare le trappole dei social

Ancora, il monaco buddista Thich Nhat Hanh, fa riferimento alla capacità di “Gettare via nozioni e idee che sono la base della nostra sofferenza”.

Spesso ci fissiamo su determinati pensieri o idee e cerchiamo di aggrapparci ad essi come se lasciarli andare, rappresenterebbe una grave minaccia.

Egli continua dicendo: “Noi esseri umani, talvolta, siamo talmente vincolati ai nostri modi di pensare e di vivere il mondo, che non riusciamo a comprendere che, se riuscissimo a lasciar andare determinate cose, potremmo aprirci a situazioni migliori e nuovi modi di pensare più funzionali. Siamo prigionieri dei nostri stessi desideri, del nostro attaccamento a guardare le cose in un determinato modo.”

Fare proprio il principio del lasciar andare, cosa implica?

Prima di tutto, significa accettare e prendere atto del fatto che non possiamo mai avere il totale controllo del mondo e delle situazioni.

Non importa quanto ci proviamo, non possiamo chiedere ai nostri corpi di non invecchiare o ammalarsi e non possiamo aspettarci  di essere felici in sempre e in ogni circostanza.

Accettando questo, possiamo fermare parte della nostra lotta con tutte quelle cose che non ci piacciono.

Non importa quali siano i nostri problemi, c’è sempre spazio per il cambiamento.

Il nostro cervello può cambiare, i nostri corpi possono cambiare, le nostre menti possono cambiare e le nostre vite possono cambiare. Non importa cosa sta succedendo in questo momento, piacevole o spiacevole, possiamo essere sicuri che ci stiamo evolvendo in altro.  

Accettare che la situazione che stiamo vivendo non è semplice, può aiutarci a farci vedere che esiste una via d’uscita.

Quando smettiamo di cercare di resistere, a noi stessi o qualsiasi altra cosa, diventiamo effettivamente liberi di potere vivere in pace.

La meditazione è uno dei modi migliori per praticare la capacità di lasciar andare cose, pensieri ed emozioni che ci appesantiscono. Quando meditiamo notiamo come i pensieri, le sensazioni e gli eventi sono in continuo movimento . Come ha detto il maestro di meditazione thailandese Achaan Chah: “Se lasci andare un po ‘, avrai un po’ di felicità. Se lasci andare molto, avrai molta felicità. E se ti lasci andare completamente, sarai libero. “

 

Lettura di approfondimento:  Blog pro-ana: quando l'anoressia viene diffusa come cultura del benessere

Fonte

Commenti Facebook

Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano

Psicologa Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Latest posts by Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano (see all)


Contatta la psicologa

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano
Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Comments are closed.