Dipendenza affettiva: consigli per uscire dal circolo vizioso

Dipendenza affettiva: consigli per uscire dal circolo vizioso

Dipendenza affettiva: consigli per uscire dal circolo vizioso
Vota questo post

 

dipendenza affettiva

Dipendenza affettiva: consigli per uscire dal circolo vizioso

Quando una persona con dipendenza affettiva inizia a rendersi conto di mettere in atto delle dinamiche relazionali disfunzionali, può arrivare a chiedere aiuto.

In entrambi i casi, un intervento psicologico, significa supportare aiutare la persona a riflettere su questioni quali l’autostima, il senso di colpa e di vergogna, le aspettative irrealistiche e le credenze che supportano i loro comportamenti, la paura di essere abbandonati e dell’intimità ecc…

Dipendenza affettiva: l’importanza dell’intervento psicoterapeutico

Attraverso il supporto dello psicoterapeuta, la persona viene aiutata a sviluppare una maturità emotiva tale da farle abbandonare, in maniera spontanea, i copioni disfunzionali e di imparare ad accettare che un rapporto è equilibrato se vengono rispettati i confini del partner e che la presenza di tali confini, non rappresentano una minaccia all’amore che le due persone nutrono.

Dipendenza affettiva: sette consigli

Pensi di essere vittima di dipendenza affettiva? Qui di seguito vengono forniti dei semplici consigli per chi desidera iniziare a riflettere su tale dinamica, fermo restando che, risulta di fondamentale importanza, l’intervento psicoterapeutico.

  1. Smetti di fare quello che stai facendo e inizia a osservare il tuo comportamento
  2. Descrivi nel dettaglio come sono andate le  tue relazioni (attuali e passate). Sii onesto, senza incolpare nessuno.
  3. Se non sei impegnata/o in una relazione, prova a prenderti un “periodo di stop”, interrompi la ricerca dell’amore della tua vita (questo include anche la frequentazione di chat e siti di incontri).
  4. Prova a chiederti come sarebbe la tua vita se iniziassi a cambiare atteggiamento e ti assumessi tu in prima persona, la responsabilità dei successi e dei fallimenti della tua vita.
  5. Focalizzati sui tuoi bisogni e sulle tue esigenze, invece di puntare al controllo della vita degli altri. Una volta fatto questo, potresti scoprire che non c’è bisogno delle attenzioni degli altri per sentirsi bene e al sicuro.
  6. Scopri cosa ti fa stare bene e metti in pratica, ogni giorno, una di queste attività.
  7. Cerca il sostegno di amici e parenti.
Lettura di approfondimento:  Linee guida per un sano rapporto di coppia (Parte I)

 

 

 

Fonte

http://happinessweekly.org/2013/12/01/breaking-free-of-love-addiction/

Commenti Facebook

Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano

Psicologa Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

Latest posts by Dott.ssa Simona Lauri - Psicologa Milano (see all)


Contatta la psicologa

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.