Attacchi di panico: come riconoscerli e tre semplici consigli per gestirli

Attacchi di panico: come riconoscerli e tre semplici consigli per gestirli

attacchi di panico

Attacchi di panico: come riconoscerli e tre semplici consigli per gestirli

Impariamo a conoscere il panico

Chi sperimenta per la prima volta un attacco di panico vive un’esperienza talmente angosciante al punto tale da condurre la persona a vivere nel terrore che l’episodio possa manifestarsi.

Ci sono, ancora, casi in cui l’attacco di panico -a causa degli intensi sintomi fisici e psichici che provoca- viene scambiato per imminenti infarti o patologie cardiache mortali. La paura generata da questa “credenza” contribuisce ad incrementare l’episodio di panico stesso.

Sono ormai numerosi gli studi che testimoniano che di attacchi di panico non si muore e per questo, imparare a conoscerne il meccanismo, può servire a ridurre il più possibile l’escalation degli attacchi di panico.

infografica panico

Panico: forma intensa di paura che sinteticamente si manifesta o nella paura di morire o nella paura di perdere il controllo.

Tra i sintomi più comuni degli attacchi di panico troviamo:

  • Vertigini, dolori alla testa, senso di sbandamento
  • Battito cardiaco accelerato
  • Nausea, dolori addominali, sudorazione eccessiva, sensazione di debolezza
  • Iperventilazione

I segnali fisici e mentali, influenzandosi a vicenda, danno vita ad un vero e proprio “tilt” psicofisiologico.

Dopo il primo episodio, come accennato prima, la persona teme che l’attacco di panico possa ripresentarsi e finirà col mettere in atto delle tentate soluzioni che, apparentemente, la aiutano a sentirsi protetta ma che in realtà contribuiscono ad esacerbare il problema. Tra le tentante soluzioni più comuni è possibile individuare:

  • Evitamento delle situazioni ritenute pericolose o nelle quali si pensa che l’attacco possa manifestarsi
  • Richiesta di aiuto e supporto costante a familiari e amici
  • Controllo e ascolto continuo dei segnali che invia il corpo
  • Uso di psicofarmaci

Consigli

  1. Evita di evitare e cerca di affrontare, gradualmente, le situazioni
  2. Lascia defluire le sensazioni, evitando di controllarle (ricorda: più cerchi di controllarle più perdi il controllo)
  3. Se il panico è eccessivo e influenza negativamente la tua vita sociale, lavorativa e familiare, è consigliabile rivolgersi ad uno psicologo-psicoterapeuta per un intervento finalizzato alla risoluzione del problema.

L’efficacia della terapia breve strategica

La terapia breve strategica, attraverso un protocollo costruito ad hoc per l’attacco di panico, mostra un’efficacia molto elevata (circa il 95% dei casi risolti). Leggi in cosa consiste la terapia breve strategica.

stop abbuffateVIDEOCORSO

FERMA LA FAME EMOTIVA

Ti sei mai trovato/a o tuttora ti trovi a vivere il cibo come una vera e propria ossessione al punto tale da trasformare il momento dei pasti in un “incubo”? O ancora, combatti con i chili in eccesso e per questo ingaggi vere e proprie lotte con la bilancia?

Il videocorso “STOP ABBUFFATE CON LA MINDFUL EATING” sarà in grado di offrirti una bussola per allineare le tue intenzioni con le tue azioni quotidiane.

SCOPRI DI PIU'


doc da relazione come uscirneVIDEOCORSO

DOC DA RELAZIONE

Ti sei mai trovat* o tuttora ti trovi a pensare ripetutamente alla tua relazione e a domandarti continuamente -e con una grande quota di ansia- se ami ancora il tuo partner? Trascorri parte della giornata a cercare di capire se senti ancora le famose “farfalle nello stomaco”?

Il videocorso “DOC DA RELAZIONE COME USCIRNE” ti aiuterà a riconoscere le trappole che stanno dietro ai dubbi sull’amore e a vivere il rapporto serenamente!

SCOPRI DI PIU'



Contatta la psicologa

    Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR.


    Dott.ssa Simona Lauri
    Dott.ssa Simona Lauri
    Psicologa e psicoterapeuta breve strategica. Oltre che offrire interventi di psicoterapia breve, mi occupo di coaching alimentare e sportivo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.